domenica 30 marzo 2008

Granada

kljds

A Granada ho cercato di convincere Fabietto (nella foto, sotto al muro che taglia il Sacromonte) che non possiamo vivere senza un cielo stellato, e che per questo dovremmo spegnere tutto. Mi ha detto: "Tu sei cambiato". Solo con tre birre, nient'altro.


kljds


Sempre nel campo della spiritualità ho trovato questa scritta su un muro. La voglio proporre a Massimo per il comune progetto "minimal technologies". Dal maiale, al sublime (e ritorno, temo, o spero).


kljds


Poi ho trovato altre scritte.


Ecco un'intuizione degli anarchici:


kljds


Ora passiamo a una intuizione della chiesa al tempo di Franco (José Antonio Primo de Rivera fondò la Falange franchista).


kljds



Per ultimo, un bel cavallo con una coda al vento. Io amo le statue equestri.

kljds


venerdì 28 marzo 2008

Il miracolo della tracimazione

kljds

Questa mattina si è ripetuto il miracolo della tracimazione, grande evento pagano, misterioso nelle sue cause e negli effetti.


Imperfetto, come il sangue di San Gennaro, che non tutti gli anni si ripete, il miracolo della tracimazione non avveniva da due anni.


L'unica certezza è che la tracimazione avviene ogni volta che l'acqua supera i 557 metri e 31 centimetri sul livello del mare.


Cabala e numero magico, cinquecentocinquantasette e trentuno, costante misteriosa e, credo, divina.


Il miracolo in diretta.


kljds

Idee impacchettate

Si va per idee impacchettate. Obama è il nuovo rispetto alla Clinton, Veltroni è un innovatore, il Tibet lo devono governare i preti, e non ci sono più le stagioni.

Sulla prima delle quattro, ecco l'augusta opinione di Paul Krugman. Sulle stagioni ovviamente anche interverrò, ma solo quando troverò la citazione opportuna nella stampa internazionale.


"Mr. McCain, we’re told, is a straight-talking maverick. But on domestic policy, he offers neither straight talk nor originality; instead, he panders shamelessly to right-wing ideologues.


Mrs. Clinton, we’re assured by sources right and left, tortures puppies and eats babies. But her policy proposals continue to be surprisingly bold and progressive.


Finally, Mr. Obama is widely portrayed, not least by himself, as a transformational figure who will usher in a new era. But his actual policy proposals, though liberal, tend to be cautious and relatively orthodox".


Loans and Leadership, The New York Times, 28 marzo 2008

martedì 25 marzo 2008

La bola de cristal

"y aún falta una eternidad/ para que llegue la postmodernidad"





Se fossimo cresciuti qui, nei nostri ricordi ci sarebbe La bola de cristal.




lunedì 24 marzo 2008

Ken Kesey in Mexico

kljds

Una volta con la mia Honda andai a La Honda.


La mia Honda era una vecchia Accord dal volante malfermo. La Honda, invece, si trova lungo la strada che taglia i monti a sud di San Fancisco e scende sino all'oceano.


Vi andai per tre motivi. Primo, per l'assonanza dei nomi, che di quel passaggio creava una'impellenza dadaista. Secondo, perchè ero da quelle parti. Ultimo, in omaggio a Ken Kesey, che a La Honda fece base col suo Magic Bus.


Forse per causa di Neil Cassidy, che del Magic Bus era l'autista, ho sempre visto in Kesey la  figura di raccordo tra beat generation e il movimento degli anni '60.


Sul New York Times di ieri si parla del periodo della fuga messicana a Manzanillo.


“He’s working on his wave theory. This morning for breakfast he brewed and drank enough weed to put a horse in orbit. He’s been out there for three hours with his eyes closed ... imagining that he’s a piece of kelp or a jellyfish.”


In Mexico, on the Lam With Ken Kesey, di Lawrence Downes, The New York Times, 23 marzo 2008

sabato 22 marzo 2008

Correlazione e causalità

(sottotitolo: i tre piccoli porcellini)

kljds


Il vicino Manolo mi consegna questo bell'esemplare di paleta ibérica, direttamente dalla Sierra de Aracena, e contemporaneamente arriva Massimo. Questa mattina Massimo riparte, e anche la paleta praticamente è partita.


Smentendo vecchie convinzioni professionali, credo di avere dimostrato che correlazione implica causalità.

Tibet

[...]
"Have the actions of the Western pro-Tibet lobby over the last 20 years brought a single benefit to the Tibetans who live inside Tibet, and if not, why continue with a failed strategy?"
[...]

He May Be a God, but He’s No Politician, di Patrick French, The New York Times, 22 marzo 2008

Autodeterminazioni

kljds


Dopo la bella idea di riconoscere l'indipendenza del Kosovo, dovremo trovare il tempo per seguire più da vicino gli affari di Transnistria, Abhkazia e Ossezia del Sud. Non che prima non fossero in cima ai nostri interessi, ovviamente.


Sul «Коммерсантъ» c'è una interessante intervista a Игорь Смирнов, il leader della Transnistria. Ricorda l'esito del referendum del 2007, in cui il 97% degli elettori si dichiarò a favore dell'independenza dalla Moldavia.


"В 2006 году мы на референдуме ясно поставили вопрос: мы с Молдовой или сами по себе? 97% избирателей сказали: живем самостоятельно. Спросили и о том, как будем развиваться: с НАТО и ЕС или с Россией. 97% сказали: с Россией. Все. Для нас это закон, и игры закончены.


Sulla progressiva divaricazione dei due territori:


"За все эти годы целое поколение выросло, которое знает только Приднестровскую молдавскую республику (ПМР). А у них — поколение, которое знает только Молдову."


La provocazione (solo per i palati fini: chi riesce a farsi provocare con tema Transnistria?): perché non chiedere a gran voce, oltre all'indipendenza del Tibet, anche il riconoscimento del diritto all'autodeterminazione del popolo che sta oltre il fiume Dniester?


Игорь Смирнов: мы из СССР не выходили, Коммерсантъ, 13 marzo 2008

venerdì 21 marzo 2008

Esperanza Macarena

Poco fa è uscita la Virgin de la Macarena.


Get the Flash Player to see this player.



Al grido di guapa! guapa! guapa!


Questo video da Canal Sur è dell'anno scorso, e comunica la potenza dell'evento. Ho il privilegio di abitare nel quartiere che ha la madonna più bella e popolare.





giovedì 20 marzo 2008

Anime belle

kljds

Molte anime belle - categoria perniciosissima - si stanno mobilizzando per il Tibet.


Combattono in favore di una teocrazia il cui capo è individuato, da bambino, come una reincarnazione.


Che idea romantica.

domenica 16 marzo 2008

Processioni

Caminante son tus huellas
El camino nada más;
caminante no hay camino
se hace camino al andar.



Antonio Machado


La pioggia


Il vento dallo stretto incontra le montagne, piove, si riempiono le falde e i laghi artificiali. Come quello ai piedi di Zahara de la Sierra.


kljds


In certi anni la Sierra di Grazalema è stato il luogo più piovoso di Spagna, ma il Diario de Cadiz di ieri avvertiva, clima secco, falde vuote e si prevede il razionamento dell'acqua nei mesi estivi.





Sabato: el Pinsapar


 


Per la traversata da Grazalema sino a Benamahoma, l'amministrazione del parco concede sino a 60 permessi al giorno.



kljds


Il sentiero si alza sopra Grazalema, un paese bianco.


kljds


Si sale sino a 1300 metri, il sentiero percorre il lato nord della Sierra del Pinar.


kljds



Grazie al clima umido, nella Caídas de la Sierra del Pinar cresce il pinsapo, una specie di abete che si trova solo qui.



kljds


Si arriva a una radura con degli alberi che sopra hanno la luna. Si vede la luna?



kljds


Tra le poche persone incontrate, ecco un bell'esemplare di camminatore iberico. Duole ammettere che, anche in questo, la Spagna oramai ha superato l'Italia: si noti, dell'esemplare iberico, l'equipaggiamento perfetto e la cura dei dettagli. Dietro, il Torreón, meta della domenica.


Poi si scende tra i pascoli, sino al paese di Benamahoma.

 


kljds


Dal centro di Grazalema sino a Benamahoma, e ritorno, un 30 km.  1300 metri di dislivello. Volontà penitenziale, del resto oggi è iniziata la settimana santa.


kljds


La base a Grazalema e, sotto, la piazza.


kljds





Domenica: la subida al Torreón


Solo ottocento metri di dislivello per salire al Torreón, la cima più alta (1648 metri) della Sierra di Cadice. Anche questo sentiero richiede un permesso, con un massimo di 30 persone al giorno.



kljds


Il dislivello richiede comunque la colazione tipica dell'autentico esemplare iberico: caffé solo, tostada con  pomodoro olio e sale, succo.


kljds


Senza la Golden Twingo, poi, non si andrebbe da nessuna parte.



kljds


Mentre salivo, non troppo alto ripestto al parcheggio, ho sentito un sibilo. Alzo la testa e pochi metri sopra planava, immobile, un'aquila.


Ho pensato, non deve essere male vivere accompagnato dal suono  del tuo corpo che taglia l'aria.


kljds


La macchina fotografica quando nei hai bisogno non c'è, e quando ti prepari per bene, ecco che, invece dell'aquila, al massimo fotografi uno stupido pseudo-passerotto. In cima al Torreón, in fondo si rivede il lago artificiale di Zahara.


kljds


No, dai, un'aquila sono riuscito a fotografarla, anche se non aveva il sibilo.




Dalla cima del Torreón c'è un gran panorama.


kljds


La roccia con le due punte è Gibilterra. Alla sua destra, il golfo di Algeriras. Sopra, oltre alla foschia che copre lo stretto, i monti dell'Atlante marocchino.


kljds


Ecco la cresta ancora innevata della Sierra Nevada, sopra Granada.


kljds


Questa è la campagna a nord della Sierra, di ritorno a Sevilla.




Semana santa


kljds


Pare che le penitenze si facciano a piedi. Trenta chilometri in montagna, o pochi metri per i viali di Siviglia, ma incappucciato. Non cambia niente.


kljds


Bloccato, prigioniero di migliaia di incappucciati. Nella mia strada.


kljds


Sono iniziate le processioni. Io abito poco più avanti. Quasi quasi mi incappuccio pure io. No, mi travesto da aquila.


 

venerdì 14 marzo 2008

Sputtanarsi i soldi

kljds

Come ebbe a dire Terenzio, "Sono un economista, e nulla di quel che è economico mi è estraneo".


Nello spirito dell'osservazione dei prezzi, non retoricamente mi chiedo: ma quanto costa andare a puttane!?


L'ex governatore Spitzer, 50 mila euro in pochi mesi. E altri 50 mila euro se li è sputtanati, pagando con la carta di credito del comune, Rodrigo de Santos López (del PP), ex-responsabile dei servizi urbanistici di Palma.


In quest'ultima vicenda due dichiarazioni sono notevoli:


1) La ex-sindaca di Palma, Catalina Cirer, del PP, per discolparsi ha detto che "no era su madre"


(Dato che c'é il sospetto che si tratti di un hijo de puta, la precisazione della sindaca ha una necessità).


L'avvocato di López ha affermato che "no está en condiciones de hacer declaraciones" para "no entrar en el proceloso mundo que es la información".


Ecco, il proceloso mundo que es la información, chiamiamolo così.


Un ex concejal del PP gastó 50.000 euros de dinero público en prostíbulos, Andreu Manresa, EL PAÍS, 14 marzo 2008

mercoledì 12 marzo 2008

Viva Obama


Dopo la Spagna e Zapatero, Estados Unidos y Obama, trabajando pa' lograr una visión.


Amigos de Obama.com


 

martedì 11 marzo 2008

X-Ray Gogs

kljds



Un sogno adolescenziale di tanti finalmente diventa realtà.


"ThruVision, a British firm, unveiled a surveillance camera, developed using research into dying stars, that can see through people's clothes. They claim that the technology does not reveal physical body details but could be used to detect materials such as explosives or cocaine by distinguishing among the low levels of electromagnetic radiation emitted by all things everywhere".


Weekly Review, Harper's Magazine, 11 marzo 2008

domenica 9 marzo 2008

La Spagna

kljds

La Spagna è un paese dove le elezioni politiche si svolgono dalle 9 di mattina alle 8 di sera, e due ore dopo la chiusura dei seggi si sanno già i risultati.


Si vota anche per posta, e per la prima volta hanno potuto votare i ciechi con schede in Braille.


La Spagna è un paese dove le elezioni si svolgono con calma e serenità assoluta, anche dopo un attentato vile da parte di una organizzazione terroristica in bancarotta morale e militare (checché ne dica quel pezzo di carta per avvolgere il pesce che è La Repubblica).


La Spagna è un paese dove il centro sinistra vince anche contro una chiesa becera, con un messaggio moderato, ma fermo.


...ma sì, continuiamo!

La Spagna è un paese dove gli exit poll ci prendono.

Dove i treni vanno in orario (e se ritardano anche di pochi minuti, ti ridanno indietro i soldi del biglietto).

Dove la birra al bar costa un euro e venti centesimi, e i calamari fritti scorrono per le strade.

Forse può andare.

sabato 8 marzo 2008

Ligero de Equipaje

...Y cuando llegue el día del último viaje,
y esté al partir la nave que nunca ha de tornar,
me encontraréis a bordo ligero de equipaje,
casi desnudo, como los hijos de la mar

(Retrato, Antonio Machado.


kljds


Sono arrivato a Machado per serendipity, cercando una citazione sul viaggiare leggeri che avevo captato alla radio.


Ho terminato la biografia di Antonio Machado dell'ispanista irlandese Ian Gibson.


E' bello viaggiare così. Se non ci fosse stata la radio accesa, se non avessi messo la voce su google, se, se,  se...  non sarei arrivato a Machado.


Tutto leggero, ora dimentico.

Adiós, 'Duquesa Roja'

kljds

Era dei Medina Sidonia, famiglia tra le più nobili. Con Franco si fece del carcere. E' morta ieri Luisa Isabel Álvarez de Toledo. Anche la nobiltà spagnola ha avuto un suo granello di riscatto


[...] "En 1967, un año después del accidente nuclear de Palomares (17 de enero de 1966), la duquesa encabezó una manifestación reivindicativa para defender el derecho de los labradores a recibir indemnización, lo que le supuso un procesamiento y posterior encarcelamiento, que se mantuvo de marzo a noviembre de 1969, cuando fue liberada tras aplicársele el decreto-ley de amnistía. La publicación de su novela La huelga, en 1968, la condujo a un nuevo proceso, en esa ocasión instruido por un juzgado militar." [...]


Adiós a la 'Duquesa Roja', EL PAÍS - , 7 marzo 2008

martedì 4 marzo 2008

Zapatero tumba a Rajoy

kljds


I sondaggi dicono che il dibattito lo ha "vinto" Zapatero (Zapatero se impone con claridad a Rajoy en el segundo cara a cara, EL PAÍS ,4 marzo 2008.


Io devo aver visto un altro dibattito: brutto, teso, con un Zapatero spesso in affanno a star dietro alle accuse e agli insulti di Rajoy.


Dove il PSOE ha vinto questa campagna elettorale, è nel tenere la barra al centro. Rajoy, dopo aver fatto un'opposizione delirante e dai toni franchisti, non ha saputo, o non ha voluto, liberarsi dal condizionamento della destra oscura del PP.

lunedì 3 marzo 2008

Conferencia Episcopal Española

Un'altra elezione importante in Spagna: la presidenza della Conferencia Episcopal. Favorito il conservatore, cardinal Ruoco, che tornerebbe al suo scranno dopo l'intervallo del moderato Blázquez.

Quest'ultimo, con i sondaggi favorevoli al PSOE, vede risalire le sue quotazioni. Almeno parte dei vescovi elettori vorrebbe un rapporto non conflittuale col nuovo governo.


Insomma, io continuo a studiare.


La Iglesia no quiere imponer la moral católica", EL PAÍS, 3 marzo 2008.

Funcionary




Mentre si aspetta l'ultimo dibattito Zapatero - Rajoy (questa sera alle 22), David segnala, la Spagna gioca al Funcionary. O almeno, riempie i moduli.