mercoledì 4 settembre 2013

Padre Marco Davitti



Lo incontravo quasi sempre sotto al portico, spesso era in bicicletta fuori dal portone di casa sua, e sempre scambiavamo qualche parola, qualche volta in russo. Sempre sorrideva e aveva una parola che mostrava interesse per gli altri. Aveva fama di spirito indipendente (mi pare di capire, da mezze parole, troppo indipendente). Una di quelle persone con le quali mi sarebbe piaciuto parlare di più, ma se n'è andato.

Nessun commento:

Posta un commento