giovedì 26 maggio 2005

Iconoclasti

La conclusione, mi pare, è che il pantheon indiano non è più una commodity.

Altre proteste (dopo quelle riguardo alla birra Ganesh) sull'uso di immagini sacre. Questa volta sulle scarpe.


L'organizzazione responsabile della sacralità del marchio è "Hindu Human Rights".

1 commento:

  1. utente anonimo27 maggio 2005 16:41

    qualche anno fa ritirano dal commercio delle scarpe italiane che avevano nelle suole dei versetti del corano. *

    RispondiElimina