giovedì 12 maggio 2005

Mamma li bulgari

Avrebbero trovato dei documenti della Stasi secondo i quali la "pista bulgara" dell'attentato a Woitila era stata fabbricata dai servizi italiani.

Allora se ne parlò davvero tanto, e ricordo una vignetta nel supplemento del mercoledì di La Repubblica. Cliente al ristorante che si appresta a pranzare, ed esclama: "Cameriere, c'è un bulgaro nella mia minestra!"


Tutto questo mi viene in mente perchè oggi ho scoperto di essere bulgaro anch'io.


In questa pagina, sino a quando non la correggono. Per memoria, verrei dal Dept. of the Vitosha Research, Bulgaria, che più bulgaro di così non si può.

1 commento:

  1. utente anonimo12 maggio 2005 12:38

    pensa che dove lavoro io ci siamo autosuddivisi (per caratteristiche caratteriali) in bulgari e albanesi. Io sono albanese*

    RispondiElimina