mercoledì 14 giugno 2006

Mulini ad acqua

Della notizia che riguarda la nuova sede del mega centro di calcolo di Google, l'aspetto più curioso è che, come avrebbe fatto un industriale agli albori della rivoluzione industriale, lo vanno a mettere vicino all'energia idrica.

"And odd as it may seem, the barren desert land surrounding the Columbia along the Oregon-Washington border — at the intersection of cheap electricity and readily accessible data networking — is the backdrop for a multibillion-dollar face-off among Google, Microsoft and Yahoo that will determine dominance in the online world".


Hiding in Plain Sight, Google Seeks More Power", By JOHN MARKOFF and SAUL HANSELL, The New York Times, 14 giugno 2006

2 commenti:

  1. utente anonimo14 giugno 2006 22:34

    bhe' in fondo la idroelettrica e' la piu' "costante" nel tempo, e quella che richiede meno fermi manutenzione.

    (una "svuotata del lago ogni 5 anni ca) e poco tempo di fermo per controllo-cambio turbine.
    Ed inoltre... si lavora a freddo.
    non ci sono vapori ad alta T e pressioni "calde" .
    Mi pare che durante la guertra 40-45 in diverse centrali delle alpi per qualche anno non si fece manutenzione... e nulla successe.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo14 giugno 2006 22:34

    bhe' in fondo la idroelettrica e' la piu' "costante" nel tempo, e quella che richiede meno fermi manutenzione.

    (una "svuotata del lago ogni 5 anni ca) e poco tempo di fermo per controllo-cambio turbine.
    Ed inoltre... si lavora a freddo.
    non ci sono vapori ad alta T e pressioni "calde" .
    Mi pare che durante la guertra 40-45 in diverse centrali delle alpi per qualche anno non si fece manutenzione... e nulla successe.

    RispondiElimina