martedì 22 luglio 2008

Lucio Boattini

Il 24 giugno del 2004, nel giorno  migliore, terminato il periplo del lago di Ridracoli. Nel prato davanti a Ca' di sopra, guardando il lago, con Daniela e il suo cane Cenerino.

32 commenti:

  1. utente anonimo23 luglio 2008 09:44

    Lucio Boattini l'ho conosciuto a Leeds.
    Con lui, Laura di Cesena, Gianluca di Bologna e Mauro Maredi avevamo vinto la stessa borsa di studio, per un mese di corso all'estero.
    Da subito è stato facile riconoscere che si trattava di una persona speciale.
    Di lui ricorderò sempre le sue favole magiche, raccontate la sera, sul prato del campus e quel suo modo di cantare le canzoni di altri tempi, in modo dolce, quasi sussurrato.
    Ma ricorderò sempre anche di tutte le volte che abbiamo fatto ritardo o perso un treno perchè aveva dimenticato uno zaino ("Lucio allora controlla: lo zaino ce l'hai? e il maglione ce l'hai?") e anche di tutte le nostre mangiate alle Aie, con seguito di lettura di carte, perchè alle carte di Lucio , almeno una volta all'anno non si poteva rinunciare.

    sono due giorni che fatico a dormire, perchè , si è vero, l'università l'abbiamo finita da un pezzo, ma certi legami è come se mai si potessero spezzare.

    Un abbraccio alla Silvia, un bacione al Patata.
    In questo momento le parole mi si strozzano nel cuore...
    Vi sono vicina...
    E sono sicura che anche Gianluca, e anche Mauro, e anche la Laura, che adesso sta a Melbourne, in questo momento sono spezzati come me...

    Stefy

    RispondiElimina
  2. utente anonimo23 luglio 2008 10:47

    Sono piu' di 10 minuti che sto cercando di scrivere qualcosa ma non riesco ... .
    Ho mille flashbacks che si alternano impazziti in testa ... Lucio nel campus a Leeds che aiuta Mario e Conchita a cucinare tortillas de patatas, Lucio in Scozia che perde la guida turistica, Lucio che balla la sevillana, Lucio alla sua festa di laurea nel casolare sull'appennino, Lucio alla Segavecchia, Lucio e Luisa e il loro Festival di Sanremo "casalingo" nella casa di Forlimpopoli, Lucio con Lucio Picci a parlare di politica in un'osteria di Bologna, Lucio con Silvia e Luca neonato che mi salutano alla vigilia del mio trasferimento a Melbourne, Lucio che mangia un piatto di strozzapreti alla Casa delle Aie, Lucio che conduce il TG Regione, Lucio che mi consola al telefono quando gli racconto il mio (ennesimo) fallimento sentimentale, Lucio che macina chilometri in giro per la Romagna in sella alla sua bicicletta ...
    Ma queste sono solo immagini ... come faccio a trasmettere quello che ha significato Lucio per me in tutti questi anni ... una presenza, una certezza, una persona speciale che, anche quando gli studi, il lavoro, la vita ci hanno portati lontano, era sempre un punto di riferimento, e bastava una telefonata o una email per riprendere il discorso la' dove si era interrotto ... perche' Lucio e' Lucio, una persona unica, speciale, che sa ascoltare, e capire, e dare ...
    Lucio ti voglio bene
    Laura

    RispondiElimina
  3. utente anonimo23 luglio 2008 11:35

    Caro Lucio,
    CAra Stefy, ti trovo qui inaspettatamente ... e trovo Lucio nei miei pensieri, nei miei ricordi, e tremano le lacrime che scendono lentamente sulle mie guancie e mi tremano le mani. Ieri sera ho cercato disperatamente tra le foto di Leeds e non ho potuto incontrare il suo volto. Vivo in Germania da molto tempo ma i miei genitori, da Bologna, mi hanno chiamato per dirmi di Lucio, come facevano sempre quando lo vedevano in televisione moderare le notizie Rai. In quell'estate spesierata a Leeds si sono incontrate le strade di persone così speciali e Lucio portava una luce tutta sua. Ci siamo sentiti molte volte al telefono e rivisti a poi all'università, poi le strade si sono divise ... ma nel cuore resta sempre un segno incancellabile che ci ha arricchito incredibilmente.
    Tra i volti di Leeds che ho ritrovato tra le foto ci sei anche tu cara Stefania, e ti abbraccio per dividere con te un poco la tristezza di questo momento e la gratitudine per i momenti trascorsi insieme e per questo grande regalo di aver conosciuto Lucio.
    silvia lolli

    RispondiElimina
  4. utente anonimo23 luglio 2008 11:40

    Cara Laura,
    ero talmente emozionata dopo aver letto il commento di Stefania che non ho scorso la pagina fino in fondo e ora ti trovo qui ... non so cosa dire il mio pensiero è così confuso. Ritrovarvi qui dopo 18 anni .... grazie a Lucio.
    Un abbraccio
    Silvia Lolli

    RispondiElimina
  5. utente anonimo23 luglio 2008 12:03

    silvia,
    che bello averi finalmente ritrovata...
    sono contenta e ti abbraccio forte
    sono sicura che Lucio ci guarda e ci sorride,,,

    stefy

    RispondiElimina
  6. utente anonimo23 luglio 2008 12:48

    Ho perso tutti di vista ... non ho mantenuto i contatti di Leeds, così, qualche tempo fa, mentre cambiavo canale tv e mi sono trovata davanti Lucio ho pensato: lo conosco!, è proprio lui!
    Ricordavo quel ragazzo dal viso aperto e buono, col sorriso dolce e la parlata caratteristica e vedevo quello stesso ragazzo-uomo, ora con perfetta dizione. Mi sono rallegrata e sono stata felice per lui ed il suo percorso.
    Quando ho sentito di sfuggita la notizia, ho sperato d'aver capito male.... purtroppo non era così. Sono addolorata per lui e per tutti voi che che gli eravate ancora vicini.
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
  7. utente anonimo23 luglio 2008 13:30

    Rimango ancora incredulo a rileggere la notizia, ci eravamo visti un paio di mesi fa a cena, si era parlato di tutto, dalla politica alle cose piu’ leggere. Nonostante purtroppo ci si vedesse poco mi sentivo molto legato a Lucio, lo stimavo e lo apprezzavo per il suo porsi nei confronti della vita sempre con quel suo fare ironico e giocoso ma sempre con quella intelligenza che lo contraddistingueva…
    Mi manchera’ molto, quell’estate a Leeds mi ha regalato tante amicizie speciali……

    Gianluca

    RispondiElimina
  8. utente anonimo23 luglio 2008 14:03

    Ciao Silvia,
    Che piacere ritrovarti ... Sembra che Lucio ci stia chiamando tutti a raccolta e tutti, vicini e lontani, a uno a uno, arriviamo ... Lucio aveva un'enorme capacita' di empatia e con il suo modo di essere sapeva amalgamare tra loro le persone piu' diverse e riusciva sempre a portare tutti a tirare fuori il loro lato migliore.
    Grazie anche di questo, Lucio
    Laura

    RispondiElimina
  9. utente anonimo24 luglio 2008 12:30

    sono una ex compagna di scuola di silvia e nonostante viviamo in città diverse cerchiamo di vederci e sentirci e posso dire ci vogliamo veramente molto bene. ho conosciuto lucio tramite lei. una di quelle persone che io metterei nella categoria degli "splendidi". Intelligente, sempre disponibile, sorridente e ancora con tanta voglia di giocare..un'amante della vita. quanti sentimenti mi riempiono il cuore, rabbia dolore e anche nostalgia...una gran nostalgia per quei bellissimi momenti insieme a lucio che purtroppo non ritoneranno più
    michela

    RispondiElimina
  10. utente anonimo24 luglio 2008 14:05

    Lucio... Continuo a cliccare su Internet alla ricerca di notizie, come se ci fosse dell'altro, e non fosse vero niente. Mi sforzo di ricordare l'ultima volta che ci siamo sentiti, di sicuro quando è nato Luca. Ma poi mi torna sempre in mente quando ci siamo conosciuti, alle selezioni per l'Ifg, tu il Primone... A incoraggiarmi, a farmi ridere, e allora com'è andata, alla fine del colloquio. Poi ce l'ho fatta, ci siamo ritrovati in classe, Simoncina mi chiamavi, quando mi prendevi in giro su Pescara, o mi raccontavi delle zie, e di Forlimpopoli, e quando abbiamo organizzato da voi Trasannati l'exit poll delle elezioni americane... Con te era come conoscerti da sempre, anche dopo anni, era come averti visto fino al giorno prima. Penso a Silvia, l'abbraccio forte, fortissimo e chissà se si ricorda di me. Ti porterò sempre nel cuore, sempre. Un abbraccio grande Simo

    RispondiElimina
  11. Lucio Boattini era una persona dolce, di quelle che pensi "sono contenta di conoscerlo". Faccio davvero fatica a convincermi di quel che è successo, nonostante siano due giorni che so della notizia.

    Una morte improvvisa è sempre durissima da affrontare, tanto più quando accade a una persona giovane, a una persona così in gamba. Le parole che ci si scambia sono ben poco, servono più che altro a dirci l'un l'altro "ci sono anch'io, coraggio".

    RispondiElimina
  12. utente anonimo27 luglio 2008 11:23

    è molto difficile esprimersi in questi momento, solo posso dire, che sono stati nove mesi bellissimi di convivenza con Lucio, Silvia e Luca. Lucio dal primo momento, mi ha inserito nella cultura italiana, mi ha insegnato lingua, adesso riesco a pronunciare bene grazie a te e a le tue lezioni, le doppie che non riuscivo mai. Mi ricordo le mattine a colazione con loro, come Lucio si svegliava accendeva la tv per aggionarsi di tutte le notizie, ci metteva un po`di tempo per prepararsi, prendeva la sua borsa, che a volte dimenticava, e diceva dai bimbo patata andiamo in scuolina, Luca diceva mio babo va a la RAI e io in scuolina, oggi andiamo in bici e non prendiamo la brum grande come chiamava a la macchina del suo babo, Luca adorava andare in bici con Lucio. Ho mille ricordi, le chiacchere, la capacittà di communicare di questa grande persona, la passione che aveva per le lingue, l´amore infinito verso la sua famiglia, la disponibilità inmediata verso gli altri. Gli ultimi ricordi sono la festa spagnola, organizatta con una grande ilusione per tutti, ancora ricordo come Lucio aveva messo la musica, quasi tutta di film di Almodovar, e ricordava così quando era stato in Spagna. Grazie per averme fatto conoscere la tua famiglia meravigliosa, i tuoi amici stupendi, grazie per darmi la opportunità di stare così vicina a Luca in questo tempo, un bimbo bellissimo dentro e fuori. Grazie per la ospitalità con i miei, loro ti ricordano tanto e non hanno parole per esprimere che tipo di persona speciale eri. Sarai sempre con tutti noi. Mille abbracci a Silvia, che è stata una persona molto importante anche in questi mesi, è una persona meravigliosa che merita il meglio dopo questo, e ti lo auguro con tutto il mio cuore. Non so cosa dire in più, la ultima volta che ho parlato con lui, mi salutava ciao Viola buon lavoro, e io li diceva ciao Lucio buon viaggio, Buon viaggio amico, e anche si hai fatto un viaggio lontano non te ne sei andato perchè sei dappertutto dentro ogni persona. Hasta siempre

    RispondiElimina
  13. utente anonimo30 luglio 2008 11:06

    La grande stima nella Tua persona è pari solo al vuoto incolmabile che ci hai lasciato. La Tua voglia di conoscere, di capire, di vivere ci possa "contagiare" in modo irrimediabile.
    Un abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  14. utente anonimo30 luglio 2008 22:27

    La solita strada
    bianca come il sale
    il grano da crescere
    i campi da arare.

    Guardare ogni giorno
    se piove o c'è il sole,
    per saper se domani
    si vive o si muore.

    e un bel giorno dire basta
    e andare via.

    Ciao Lucio, ciao...

    RispondiElimina
  15. utente anonimo29 agosto 2008 13:41

    caro lucio non ci siamo visti per pochi minuti al lago di Carezza noi siamo arrivati e tu e luca partiti da poco.
    Da quando è arrivata la notizia non faccio altro che pensare alle estati che passavi da noi, al tuo modo stupendo di farci ridere e arrabbiare. A tutte le volte che prendevi possesso del telecomando per vedere le olimpiadi.
    Sono tantissimi i ricordi, il più bello e la cosa che mi manca di più sono i tuoi abbracci quando riuscivamo a vederci.
    Il bene che ti voglio è immenso.
    Ciao Lucio

    RispondiElimina
  16. Ciao Lucio ...
    ... oggi come un anno fa sei vicino a me ... artificiere e testimone di quello che è e sarà sempre il mio grande amore ...

    Grazie di tutto, grazie davvero ...

    Ti voglio bene

    RispondiElimina
  17. Manchi immensamente.. sei sempre nei nostri pensieri.

    RispondiElimina
  18. http://www.odg.bo.it/Giornalisti73.pdf
    pag 63

    con dolcezza e comozione, agli amici più cari.

    silvia

    RispondiElimina
  19. utente anonimo1 gennaio 2009 21:47

    A Silvia, auguri di forza e serenità per questo nuovo anno

    RispondiElimina
  20. utente anonimo21 luglio 2009 23:19

    Caro Lucio...
    ...è un periodo strano questo...
    ...tanti frenetici cambiamenti a cui abituarsi in fretta...sempre mille cose da fare e poco tempo per pensare...andare avanti andare avanti andare avanti facendo il possibile per essere in prima fila...chissà poi per quale motivo...cerco di stare a galla lasciando che tutto mi scivoli addosso...
    E poi arriva la sera e mi prende un pò di malinconia che non riesco a comprendere - o non voglio capire per paura.
    Guardo fuori dalla finestra e vedo l'estate che passa e mi viene la nostalgia di quando non bisognava per forza avere un motivo per organizzare una festa in " Villa " , ma se ci presentavamo con un nuovo look e canticchiando una canzone in bianco e nero era meglio...
    Qualche notte fa ti ho visto elegante e sorridente... chissà se un pò almeno tu sei felice...
    Mi manca il tuo modo di salutarmi, mi stringevi fortissimo con le mani le spalle e dicevi : "Ciao Dani!"...
    Ricordo quando lavoravamo insieme...una mattina ero appena arrivata in ufficio...completamente bagnata di pioggia...ci siamo incontrati nel corridoio, tu con una gran festa mi hai presa in braccio capovolgendomi a testa in giù e mi hai trascinata fino alla mia scrivania...quante te ne ho dette !...scusami ancora...

    E in questa sera - di luglio - mi trovo qui a scriverti come se non fosse accaduto nulla, come se tu potessi leggere questo messaggio e magari domani rispondermi...lo so ti potrà sembrare stupido ma mi fa stare un pò meglio...

    Quanta tristezza e quanta rabbia ho nel cuore Lucio,è passato un anno e non me ne rendo ancora conto, eppure ...
    Mi manchi, ci manchi...

    Ovunque tu sia spero che ti arrivi il mio abbraccio...
    Daniela

    RispondiElimina
  21. utente anonimo22 luglio 2009 17:47

    ciao Lucio,
    sei sempre nei nostri pensieri

    un abbraccio forte forte
    Stefy

    RispondiElimina
  22. utente anonimo8 ottobre 2009 13:25

    Dalla Spagna, il paese che tanto ti piaceva, sempre nel mio pensiero, il ricordo della grande persona che eri. Un abbraccio grande a tutta la tua famglia , il mio pensiero con voi anche da Lontano. Luca piccolino molta felicità per te nel mondo della giungla e della fantasia de i tuoi cari puppazzi . Un bacio
    Una madrileña.

    RispondiElimina
  23. utente anonimo9 dicembre 2009 21:56

    Ciao Lucio

    RispondiElimina
  24. utente anonimo20 luglio 2010 21:20

    In questo secondo anniversario il mio pensiero per te, Lucio. E per Silvia; per Luca.

    RispondiElimina
  25. utente anonimo21 luglio 2010 11:06

    Ho passato un lungo inverno pieno di incertezze, ma una grande forza mi arriva dal pensiero che nonostante la lontananza hai un occhio anche per me...e questo mi infonde coraggio e un pò di certezza...e sento che non è poi stato tutto sbagliato.Un forte abbraccio Lucio.Un bacio a Silvia e Luca.

    Daniela 

    RispondiElimina
  26. utente anonimo9 maggio 2011 19:42

    Ho conosciuto bene Lucio e Silvia, erano al mio matrimonio 12 anni fa.
    Ho conosciuto anche Luca, anche la mia piccola Leila lo ha conosciuto, ci siamo incontrati per caso in via Indipendenza, ci eravamo perse di vista.
    Un bacio a Silvia e a Luca ... un sorriso per Lucio.
    Mirella

    RispondiElimina
  27. utente anonimo17 giugno 2011 21:09

    I ricordi di quel viaggio a Praga, con Febo, sono sempre con me. Ho anche le foto, ma il coraggio di guardarle mi manca.
    Dega

    RispondiElimina
  28. utente anonimo21 luglio 2011 10:44

    Lucio, un abbraccio...
    D.

    RispondiElimina
  29. il tempo passa, ma il ricordo resta indelebile

    RispondiElimina
  30. sempre nel ricordo, caro amico.

    RispondiElimina
  31. sempre nel ricordo caro Lucio

    RispondiElimina
  32. Un abbraccio forte, D.

    RispondiElimina